Minimal…Italy

Cosa vuol dire essere minimalista?
Significa eliminare ciò che non usi o di cui non hai bisogno, vivere in un ambiente ordinato, semplice e avere una vita altrettanto semplice e ordinata. Vuol dire non avere l’ossessione per gli oggetti o la smania di fare tutto e troppo. Significa usare strumenti semplici, un guardaroba ridotto, vivere “leggeri”.
(molto) liberamente tradotto da mnmlist di Leo Babauta


Da circa un anno sto seguendo assiduamente vari blog americani che parlano di minimalismo. Non ricordo più come ci sono capitata, ma posso dire di sicuro che mi hanno aperto la mente. 
Questo “movimento” (o meglio modo di vivere) è nato negli USA già da qualche anno e si sta diffondendo a macchia d’olio con la crisi dei mutui: strano a dirsi ma l’americano medio è povero, indebitato fino al collo, fatica anche più di noi ad arrivare a fine mese (però continua a comprare con le carte di credito…).
A parte i casi limite di ventenni indebitati per migliaia di dollari costretti a dichiarare bancarotta (vedi Real Life su MTV), siamo tutti un po’ “accumulatori” e disordinati, conserviamo roba mai usata perché “un giorno potrebbe servire”, abbiamo scatoloni pieni di “ricordi” di quando eravamo piccoli, vestiti fuori moda abbandonati in fondo agli armadi, scaffali e cassetti e cantine pieni di non si sa cosa… 
Leggere blog sul minimalismo mi ha fatto riflettere parecchio e mi è venuta voglia di provare. Adesso che comincio a capire un po’ meglio le dinamiche di questo mio modo di essere “accumulatrice” e inizio a mettere ordine nei miei possedimenti (e soprattutto ora che sto cambiando anche il modo di essere consumatrice), sento il bisogno di coinvolgere quelli che mi stanno intorno. 
Il problema (e da qui nasce l’idea di questo blog) è che tutto il materiale sull’argomento è in inglese e la maggior parte delle persone che conosco non è in grado di leggerlo o trova difficile gustarsi a fondo il significato e le sfumature…così ho pensato di pubblicare (libere) traduzioni dei post sul minimalismo che mi sono piaciuti di più.
Grazie al signor Google in 5 minuti ho un blog tutto mio pronto e presentabile! (non l’avrei mai detto…chi mi conosce sa che non ho mai preso in considerazione l’idea di un blog perché non avevo niente da dire “al resto del mondo”…c’è sempre una prima volta 😀 ) 


Basta con le presentazioni, mi sembrano sufficienti: d’ora in poi lascerò che siano le parole degli altri a parlare per me, anche se sono sicura che qualche commento personale ci sarà sempre…
Spero di non avervi annoiato troppo e vi dico in superanteprima mondiale che il primo post-traduzione sarà sicuramente tratto dal blog che ho citato all’inizio (che oltre ad essere il primo che ho letto e sicuramente uno dei più ispiratori è anche “Uncopyrighted” e quindi posso ripubblicarlo qui senza pericolo di ritorsioni dell’autore…). 



 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...