Le Cartoniadi!

E’ da un bel po’ che mi dico che è ora di buttare la vecchissima enciclopedia e i libri di scuola, ma ovviamente la prospettiva di fare una decina di viaggi al cassonetto della carta con le braccia cariche non è il massimo come attività per il fine settimana…
Adesso però ci si mette di mezzo il “caso”: il Comune di Terni manda un simpatico volantino promuovendo le Cartoniadi, “il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone”. 

Cioè??? In pratica il Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) mette in palio premi in denaro (da destinare a progetti per la collettività) per i comuni umbri che raccoglieranno correttamente più carta e cartone in un mese, dal 15 novembre al 15 dicembre. Come singolo cittadino non ci si guadagna nulla, e magari neanche come collettività (vatti a fidare che poi fanno davvero un progetto utile…) ma in ogni caso mi piacciono le sfide e mi diverte partecipare ai concorsi: proprio la “spintarella” che mi serviva per buttare l’enciclopedia!!!!! Posso dire che darò proprio un contributo significativo 😀

Le Cartoniadi si terranno anche in provincia di Roma e a Bari (tra le varie circoscrizioni cittadine): chi partecipa?

Advertisements

11 pensieri su “Le Cartoniadi!

  1. MarinaMarea

    questo sì che è figo! io ho la casa zeppa di carta. c'è quasi più carta che muri. fammi arrivare a giovedì e di lì a capodanno vedrai che slargo. via tutto, non solo il “visibile” ma anche dentro armadi, librerie, cassetti, scatole…

    Rispondi
  2. yliharma

    non parliamo di armadi e cassetti Marina sennò mi deprimo 😀
    ho anche provato a vendere tanti libri di scuola ma c'è un business pazzesco: ogni anno i professori gli fanno comprare l'edizione nuovissima (identica alla precedente ma con scritto “edizione aggiornata!!”) e quindi tutti i miei validissimi libri sono ormai obsoleti… pazienza! alcuni li tenevo per consultazione, ma ormai con tutto lo scibile umano a portata di click non c'è proprio più bisogno di grossi tomi polverosi (meno male…)
    domani inizio i viaggi al cassonetto 🙂

    Rispondi
  3. MarinaMarea

    io adotterò una tecnica molto drastica, poi ne parlerò sul blog. Cercherò di essere più spietata che posso (anche se sono una romanticona e quindi buttare “certi” ricordi non mi riuscirà, ma l'importante è distinguere tra ricordi e ammassi inutili, in questo modo anche i primi troveranno più dignità perché non saranno più incasinati insieme al resto) aiuto. ho troppa roba. mi faccio paura da sola… avrò bisogno di incoraggiamento!

    Rispondi
  4. yliharma

    datemi una M, datemi una A, datemi una R, datemi una I, datemi una N, datemi una A: FORZA MARINAAAAAAAAAA!
    ce la possiamo fare, ripeti con me “elimineremo la roba inutile e terremo solo le cose per noi veramente importanti. daremo valore a quello che resta perché se lo merita. affronteremo un cassetto/scaffale/anta di armadio alla settimana: piano piano li conquisteremo tutti” 🙂
    sai di cosa mi viene voglia a volte? prendere un sacco e buttarci dentro tutto senza neanche guardare, per non dover affrontare le decisioni difficili che mi aspettano…ma non si può, il problema va gestito e solo noi lo possiamo fare. non ci sono bacchette magiche, non ci sono scorciatoie, e anche con l'aiuto di amici si può al massimo velocizzare lo smaltimento degli oggetti: le decisioni spettano comunque a noi… meno male che il risultato dà tanta soddisfazione! focalizzati su quello: la bellissima sensazione di “liberazione” e leggerezza che proverai quando avrai finito 🙂

    Rispondi
  5. MarinaMarea

    sì mi piace, un'anta di armadio o cassetto alla settimana. Lo facciamo in parallelo? Dai sarebbe carino, è un modo anche per conoscerci di più! E soprattutto è un sistema per smettere di procrastinare. è troppo impegnativo? scrivimi via mail.

    Rispondi
  6. yliharma

    buona idea, in due ci diamo una “spinta” a vicenda! impegnativo lo è, ma tanto prima o poi mi ci devo mettere e comunque di domenica un'oretta la trovo 🙂
    posso abbinare le 4 settimane delle cartoniadi a questo “progetto” scegliendo 4 aree con parecchia carta da smaltire… ora faccio un mini post con foto! non ho la tua mail…ma se vuoi ci possiamo scrivere tramite google plus: https://plus.google.com/116053887468282268662/

    Rispondi
  7. yliharma (oggi blogger non mi fa rispondere...)

    @Eleonora: purtroppo non c'è mercato per le enciclopedie, meno che mai vecchie. Questa poi era di scarsa qualità (informazioni parziali e spesso incomplete) e mai aggiornata (non hanno mai inviato i volumi di aggiornamento annuale che avevano promesso….).
    Certo quando l'abbiamo comprata, 1986, era l'unico modo per fare le ricerche scolastiche: ora non ha più senso tenerla.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...