Alziamo il tiro?

cambodia1Solo due giorni fa ho lanciato questa iniziativa per il mio compleanno e siamo già oltre 80% del target di 300 dollari che avevo fissato! Sono felicissima e ringrazio di cuore quelli che hanno donato (a fine campagna ringrazierò bene tutti) ma mi chiedo: sarà il caso di alzare il tiro?
Che dite aumento l’obiettivo finale? Mi viene voglia di aumentare a 500…in ogni caso la cifra totale (che sia più o meno di quella fissata) andrà interamente a finanziare progetti per la fornitura di acqua potabile, ma non vorrei raggiungere il target troppo presto e che poi quelli che arrivino tardi pensino di non poter più fare niente…

Resto in attesa di suggerimenti!

p.s. ho aggiunto nella barra laterale del blog un banner di charity: water con il link diretto alla mia campagna 🙂

UPDATE: Martina chiede nei commenti cosa succede se alzo il target e poi non lo raggiungiamo e dato che mi sembra una questione rilevante mi sono documentata 🙂
Sia se non raggiungiamo l’obiettivo sia se lo raggiungiamo troppo presto tutti i soldi raccolti vanno comunque a finanziare uno o più progetti di charity: water.
Preciso inoltre che le donazioni non sono mai usate per i costi di gestione di charity: water  perché per quelle spese l’organizzazione si affida a sponsor, fondazioni e donatori (è una loro decisione presa fin dall’inizio che apprezzo particolarmente). Per le donazioni effettuate online con carta di credito arrivano addirittura a rimborsare gli eventuali costi dell’operazione.

Advertisements

10 pensieri su “Alziamo il tiro?

  1. Marty

    come funziona, se non porti a termine la campagna i soldi li puoi donare lo stesso anche se sono di meno? in questo caso aumentalo, altrimenti se non puoi farlo finiamo questa campagna e poi al massimo ne apriamo un’altra!

    Rispondi
    1. yliharma Autore articolo

      Sia se supero il target, sia se non lo raggiungo, il 100% dei soldi raccolti va comunque a finanziare un progetto specifico (o più progetti per le donazioni particolarmente sostanziose…), quindi è più che altro una questione di immagine: non vorrei che sembrasse tutto finito e nessuno donasse più…

      Rispondi
  2. Lanterna

    Che bella idea, quasi-coetanea!
    Sono l’autrice di Sholeh Zard e sono venuta qui per ringraziarti dei tuoi apprezzamenti: ogni volta che un lettore è contento di ciò che ho scritto mi si scalda il cuore!
    Tra l’altro, ho curiosato nel tuo blog e sono rimasta colpita anch’io dal tuo post sul dono: considerazioni molto molto azzeccate (e amare, sì, ma possiamo essere noi il cambiamento, no?)

    Rispondi
    1. yliharma Autore articolo

      Mi hai battuta sul tempo, stavo venendo a congratularmi sul tuo blog 😀
      Non vedo l’ora di leggere il prossimo! Comunque secondo me l’idea di pubblicare in ebook è stata azzeccatissima: minore rischio e spese per te, prezzo contenuto che invoglia all’acquisto e comodità della distribuzione 🙂

      Sì che possiamo essere noi il cambiamento, penso che qualcosa si stia già muovendo…
      Grazie di essere passata!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...